Ti senti invisibile agli altri e non amato? La risposta psicologa Martina Sciacca

Percorsi di psicologia e mindfulness con la psicologa Martina Sciacca per migliorare

Prenota il tuo primo incontro 📲 3713414953

Ti capita di sentirti trasparente e che gli altri non notino la tua presenza al lavoro, tra gli amici o con il tuo partner?

Sentirsi invisibile, è un’esperienza dolorosa, frustrante e c’è da molto tempo può portare a problemi di natura psicologica. Il desiderio di essere riconosciuti e amati è uno dei bisogni emotivi primari dell’uomo che ha origine dalla relazione di cura che si instaura nelle primissime fasi di sviluppo con la madre o il caregiver.

Se speri sempre che qualcuno noti la tua presenza e desideri di essere diverso da ciò che sei pensando e vedendo gli altri sicuri, capaci e realizzati nella loro vita forse dovresti fermarti, non guardare continuamente intorno a te chi o cosa è meglio di te e iniziare a volgere lo sguardo verso l’interno, partendo da te.

Il sentirsi non considerati nasce da noi stessi.

Non possiamo, infatti, essere visti dagli altri, se noi per primi non riusciamo a vederci, nascondendo a noi stessi il nostro vero essere; ci comportiamo non considerandoci, come se non esistessimo, come se non avessimo bisogni; prima i nostri doveri e le esigenze degli altri, poi noi. Ci comportiamo come se quello che pensiamo non fosse così importante, come se non potessimo mai dire no, sempre cercando di assecondare gli altri nei loro bisogni per essere riconosciuti ed amati.

Il rischio è quello di attrarre persone che ci risucchiano le energie alle quali non resta che semplicemente dare per elemosinare attenzione e amore.

Ma da dove origina questo “bisogno” che gli altri abbiamo “bisogno” di noi per sentirsi considerato indispensabile?

Chi si rende invisibile ha imparato a rendersi tale fin da bambino, ha imparato a nascondersi, a stare in silenzio e farsi andare bene tutto, a chiedere sempre “permesso” e “posso” prima di poter ricevere o addirittura di non chiedere perché molto probabilmente dietro alla richiesta ci sarà un “no”, collezionando una serie di rifiuti che portando a sentirsi non meritevoli d’amore e responsabili del malessere altrui. Chi si sente non considerato non è stato considerato, in primo luogo, dai propri genitori; di solito con problemi relazionali, proviene da famiglie conflittuali o con un genitore (generalmente la madre) con problemi psicologici come anaffettività/depressione o eccessiva rigidità e ansia; famiglie con situazioni problematiche su cui sembrava essere focalizzato l’interesse dei genitori. Da bambini si è cresciuti con l’idea che quello che accadeva in famiglia fosse in parte una propria responsabilità, che se si fosse stati buoni bambini, senza creare troppi problemi, si sarebbe ottenuto amore e riconoscimento.

Questa ferita emotiva è ancora dentro di te, non è andata via con il tempo, anzi ti ha portato verso scelte relazionali per compensare quel “vuoto d’amore” che ti è mancato. Così il tuo schema di relazioni si ripete in tutti gli ambiti vita: a scuola con i compagni, con gli insegnanti, con gli amici e poi nel lavoro, nella relazione di coppia, nel rapporto con i propri figli.

Le persone che si sentono invisibili, sono persone estremamente sensibili, empatiche, molto disponibile ad offrire ascolto e supporto, intelligenti e capaci ma nelle relazioni appaiono come offuscati, spenti, hanno soffocato le loro potenzialità vivendo esistenze prive di traguardi e obiettivi personali.

Quante volte ti sarai chiesto: “cosa posso fare per farvi notare dagli altri?” “cosa c’è in me che non va?”. Per la mia esperienza professionale come psicologa mi sento di innanzitutto dirti che molte persone soffrono di insicurezza proprio come te e che la prima cosa che bisogna in primo luogo fare, è imparare a guardarsi; senza aver timore di riconoscersi e fare un percorso di autoanalisi per lasciare andare quelle ipercritiche, giudizi e senso di inadeguatezza che ti porta ad avere “paura” di non essere accettato per ciò che sei realmente. È molto importante iniziare a conoscersi, prendendo consapevolezza di ciò che siamo con tutto il bagaglio delle nostre esperienze e vissuti profondi, per finalmente imparare a mostrarsi in maniera autentica, riscoprendo la nostra natura imperfetta non per quello che gli altri si aspettano da noi. Bisogna imparare ad esprimere i proprio bisogni, a chiedere senza timore di un rifiuto; imparare a dire “stop” a tutte quelle situazioni che ti fanno soffrire senza paura di essere abbandonato, a difenderti se qualcuno ti ferisce; a dire “io esisto”, correndo anche il rischio di poter non piacere a tutti.

È arrivato il momento di cambiare e di sbocciare nella tua meravigliosa vita: se inizierai a cambiare il tuo comportamento, valorizzando e riconoscendoti gli altri inizieranno a loro volta a vedere te e “a riconoscerti” proprio come fai tu e ad apprezzati e amarti in modo autentico. Quindi lavora su te stesso per amarti e accertarti così per come sei.

Se non ci riesci da solo, puoi chiedere un supporto psicologico e iniziare un percorso per migliorare la tua vita. Puoi farcela, proprio perché vali!

I benefici della pratica Mindfulness in questo percorso

La mindfulness è una tecnica di meditazione utilizzata dalla psicologia per imparare a lasciare andare i pensieri, regolare le emozioni e ascoltare il corpo.

Principi base della Mindfulness:

– Accettazione

– Non giudizio

– Lasciar andare i pensieri negativi

Puoi richiedere il pacchetto strutturato di esercizi psicologici e meditazione guidate sull’autostima da svolgere comodamente da casa.

I benefici dei Fiori di Bach in questo percorso

Le terapie naturali (Fitoterapia, aromaterapia, musicoterapia.) possono supportare nella risoluzione di alcuni problemi psicologica, soprattutto legati a stress e autostima. Questa scelta di terapia naturale è preferenziale poiché assicura di non creare dipendenza e garantisce al soggetto di essere più attivo nel gestire il suo disagio. Il mio metodo di azione valorizza le terapie naturali evitando l’eccessiva somministrazione di farmaci ma assicurando il raggiungimento del benessere della persona.

Obiettivi dei fiori di Bach in caso di problemi di autostima:

Combattere insicurezza, vuoti emotivi, fame d’amore…..

Il fiore consigliato è Chicory. Potete rivolgervi allo studio per una prescrizione personalizzata di Fiori di Bach.

Nel nostro studio Consapevolmente applichiamo un approccio integrato di discipline per il benessere di mente e corpo.

A Consapevolmente si integrano i benefici di: psicologia, rimedi naturali, alimentazione e nutrizione, floriterapia di Bach, yoga e mindfulness.📲 Percorsi in videochiamata: 371 3419453 🏠 Percorsi in studio: Via Mascari 65/C

Default image
Centro Consapevolmente
Articles: 17

Leave a Reply